venerdì 20 gennaio 2017

Corso Intensivo: la rivoluzionaria formula del nostro sistema di correzione e le dispense complete

Per i nostri corsi di magistratura già da qualche anno utilizziamo un sistema di correzione all'avanguardia. L'idea di fondo è che un corso conserva una sua valenza se riesce a migliorare la preparazione dei candidati e non solo nell'ottica del concorso. La grande maggioranza dei nostri iscritti è composta da Avvocati, quindi da persone che, in teoria, partono da una linea avanzata di preparazione. Ma non sempre basta. Un Avvocato può avere lacune più o meno gravi di preparazione. Il problema è avvertito dalle classi più giovani che, provenendo da sistemi di selezione universitari blandi, scontano durante il cammino non poche difficoltà. La correzione deve essere personalizzata, cioè attagliarsi alle specifiche esigenze dell'aspirante magistrato. Benché il nostro corso intensivo sia online, cerchiamo di mantenere con gli iscritti un rapporto molto stretto in modo da poterli seguire da vicino e assisterli in caso di difficoltà durante lo studio delle lezioni. Il salto di qualità si misura in sede di redazione delle tracce. La nostra correzione non si limita, come avviene in altri corsi più famosi ma meno efficaci, ad un voto numerico e a poche righe di commento. Le nostre correzioni sono effettivamente personalizzate.

Oltre al voto numerico, comprendono una serie di consigli e suggerimenti su ciò che non va nello svolgimento. Si isolano le parti negative e si suggerisce la strategia per superare le difficoltà incontrate. La correzione commentata, oltre che personalizzata. In caso di esito negativo, il concorsista può rifare il tema fruendo dei nostri consigli e suggerimenti. In questo modo possiamo misurare i progressi compiuti, accompagnando l'aspirante nel cammino fino alle prove scritte di luglio 2017. L'altro punto di forza del nostro corso sono le dispense complete. Nei nostri corsi infatti non si usano manuali (del tutto inutili quando mancano pochi mesi alle prove scritte). Le dispense allegate alle lezioni contengono già tutti gli approfondimenti necessari per lo studio degli istituti esaminati. E inoltre esse sono realizzate in forma di svolgimenti esplicati! Per il concorsista il vantaggio è duplice: poter studiare soltanto il necessario nel corpo di uno scritto realizzato appositamente per il concorso e risparmiare le risorse economiche, che in caso contrario dovrebbero essere riversate per l'acquisto di costosi quanto inutili manuali. La nostra formula permette di effettuare un unico investimento in cui oltre alla formazione didattica è offerta anche la infrastruttura necessaria per potersi preparare.

Se non avete ancora chiesto una lezione omaggio del nostro corso intensivo fatelo subito. Potrete toccare con mano le potenzialità delle nostre dispense complete. Un corso intensivo si struttura, di solito, in 6 mesi. Si capisce così che non è possibile partire dallo studio dei manuali. Gli altri corsi si sono già uniformati a questa tendenza, da noi concepita anni fa ed oggi utilizzata da tutti. Eppure, nonostante l'evidente inutilità dei manuali, prendiamo atto del triste costume di taluni corsi di consigliare ciò nonostante i tomi scritti dai loro docenti, spesso titolari di case editrici. Palese lo scopo speculativo dietro formule e consigli che vanno nella direzione opposta a quella del beneficio dell'aspirante. Sotto trovate il modulo da usare per avere una nostra lezione omaggio comprensiva delle dispense complete. Vi riordiamo ancora che il CORSO INTENSIVO DI MAGISTRATURA 2017 inizierà il 13 febbraio. I posti disponibili sono soltanto 35, perciò affrettatevi per non correre il rischio di restare scoperti quando mancano ormai pochi mesi alle prove scritte.

MODULO DI ISCRIZIONE

io sottoscritto................... nato il............... a........... residente in..................... via............... n....... codice fiscale (o partita Iva).............cell./tel.............chiedo di ricevere una lezione omaggio del corso intensivo di magistratura 2017.

Il modulo va inviato a ilcorsistaonline@libero.it 


Informazioni: 3318136066 (dal lunedì al venerdì: ore 11.30-18.30).

giovedì 19 gennaio 2017

CORSO INTENSIVO DI MAGISTRATURA 2017

Non è ancora stata stabilita una data precisa per lo svolgimento delle prove scritte del concorso in magistratura da 360 posti indetto con d.m. 19 ottobre 2016, ma tutto lascia pensare che il periodo da tenere d'occhio sarà quello compreso tra la metà di giugno e la metà di luglio 2017. Come da tradizione, anche quest'anno partirà il nostro CORSO INTENSIVO DI MAGISTRATURA con alcune novità che ora passeremo in breve rassegna.

DATA INIZIO CORSO: 13 febbraio 2017

DATA FINE CORSO: 30 giugno 2017

DESCRIZIONE

Il presente corso è a distanza, il che significa che il materiale delle lezioni sarà inviato con cadenza settimanale sulla casella di posta elettronica degli iscritti. Il corso verterà sulle questioni con le maggiori chance di essere sorteggiate in sede di scritti al concorso in magistratura. Il corso è affidato alla direzione dell'Avv. Luigi Carfora

OBIETTIVI

Si concentrerà l'attenzione del candidato sui temi caldi e sulle esigenze di ricostruzione degli istituti trattati. Poiché si tratta di un intensivo, rappresenta uno strumento di approfondimento per coloro che, avendo già frequentato altri corsi, mirano a far conseguire una selezione mirata di argomenti papabili, sia per quanti, potendo disporre di tempi più limitati, aspirano ad una full immersion sulle questioni di maggiore probabilità concorsuale.

STRUTTURA

Il corso è formato da 24 lezioni base (8 di diritto civile, 8 di penale e 8 di diritto amministrativo). Ogni lezione comprende una dispensa che analizza l'argomento con i necessari approfondimenti, il testo delle sentenze di riferimento e una traccia da svolgere a titolo di esercitazione. La direzione del corso garantisce costante attenzione alle problematiche didattiche sollevate dagli iscritti. Sarà possibile far pervenire, con e-mail o telefono, domande sulle questioni trattate. E' necessario indicare la data della lezione e le generalità dell'iscritto. Non saranno presi in considerazione gli elaborati che non rispettano tali requisiti. La correzione degli elaborati è la parte più importante. Ci permette di valutare la preparazione individuale dell'iscritto e di accompagnarlo nel suo cammino verso gli scritti. Oltre al giudizio di tipo numerico sul modello di quello concorsuale, la correzione prevede consigli e suggerimenti sulle parti viziate del tema. In caso di esito negativo della correzione, sarà possibile riproporre l'elaborato fruendo dei consigli forniti nella precedente correzione. L'indirizzo a cui inviare gli elaborati per la correzione è ilcorsistaonline@libero.it

PROGRAMMA

Il programma del corso verte sui più importanti argomenti di diritto civile, diritto penale e diritto amm.vo selezionati tra quelli aventi maggiori possibilità di essere sorteggiati alle prove scritte. Per essere agganciati sempre all'attualità, gli argomenti vengono decisi durante il percorso. Per evitare che gli stessi siano esclusi dalle commissioni, il calendario degli argomenti sarà tenuto riservato. Siamo convinti che se il candidato non può conoscere quelli che saranno gli argomenti delle tracce d'esame, allo stesso modo la commissione non deve conoscere, spulciando sui siti dei corsi, su quali argomenti gli stessi candidati si stanno preparando. In tal modo, intendiamo ripristinare una sorta di parità delle armi.

LEZIONE OMAGGIO

E' possibile richiedere una lezione omaggio scrivendo una apposita richiesta mediate il seguente modulo:

io sottoscritto..............nato il...............a...........residente in.....................via...............n.......chiedo di ricevere una lezione omaggio del corso intensivo di magistratura 2017 senza alcun impegno di acquisto.
Il modulo va copia/incollato e inviato a ilcorsistaonline@libero.it
Riceverete la nostra lezione omaggio nel giro di pochi minuti dal ricevimento della mail.

COSTI

Il corso ha un costo di 650,00 euro che può essere versato anche in due comode rate mensili di 325,00 euro (+Iva) alle seguenti coordinate bancarie:

Intestatario: Carfora Luigi
Codice Iban: IT06W0101074780100000003832

o con ricarica postepay alle seguenti coordinate:

Intestatario: Carfora Luigi
Numero carta da ricaricare: 4023600906142304

In alternativa al metodo mediante bonifico bancario è possibile effettuare il pagamento con vaglia postale alle seguenti coordinate:

Avv. Luigi Carfora
via Brecciale, 9/A
81028 Santa Maria a Vico (CE)

PROMOZIONI

Tenete d'occhio il nostro sito per essere aggiornati sulle promozioni, che permettono di iscriversi al nostro corso con sconti del 50-60%. Info: 3318136066.

MODULO DI ISCRIZIONE

io sottoscritto............................nato il...............a...........residente in.....................via...............n.......codice fiscale (o partita Iva).............cell./tel.............chiedo di essere iscritto al corso intensivo di magistratura 2017 (specificare se si richiede di accedere al pagamento rateale).
Il modulo va stampato, compilato in ogni sua parte, firmato e scansionato e inviato insieme al giustificativo del pagamento a ilcorsistaonline@libero.it 

Informazioni di contatto: 3318136066 (dal lunedì al venerdì dalle ore 11.30 alle ore 18.30).

mercoledì 18 gennaio 2017

Scritti di magistratura: nuove notizie sulle correzioni

Il ministero della giustizia ha diffuso nuovi dati sulle correzioni degli scritti del concorso in magistratura da 350 posti indetto con il d.m. 22 ottobre 2015. Su 2895 consegnanti sono stati corretti gli elaborati di 1703 candidati, di cui 215 ammessi agli orali. Restano da correggere gli elaborati di 1192 candidati. La percentuale degli ammessi agli orali è del 12,6%, un valore che è in linea con le precedenti tornate concorsuali. Si ritiene che le operazioni di correzione si concluderanno verso aprile 2017. Fonte: Ministero della Giustizia.

Sconto di 150,00 euro sui nostri corsi fino al 23 gennaio

Vi ricordiamo che il 23 gennaio 2017 scade la promozione che vi permette di iscrivervi al nostro corso intensivo di magistratura al costo scontato di 500,00 euro (invece di 650,00 euro) oppure al corso solo temi al costo scontato di 300,00 euro (invece di 450,00 euro). I nostri corsi sono gli unici in Italia in cui non si usano manuali, saggi o riviste. Il materiale didattico è composto dalle nostre dispense complete, che sono comprese nel costo del corso. Nel corso intensivo troverete ben 24 dispense.

Richiedi una lezione omaggio con il seguente modulo:

Io sottoscritto................... nato il...... a............. residente in............................. via............................ n....... cell.:..................... con il presente atto chiedo una lezione omaggio del nuovo corso intensivo (oppure del corso solo temi) 2017 senza impegno di acquisto o iscrizione.

Compilate il modulo in ogni parte e inviatelo a ilcorsistaonline@libero.it

Info di contatto: 3318136066. (tutti i giorni, tranne festivi, ore. 10.30-18.30).

martedì 17 gennaio 2017

I vantaggi del nostro corso intensivo di magistratura!

Secondo uno schema consolidato, quando mancano pochi mesi alle prove scritte scatta la caccia ad un corso intensivo. La caccia viene basata su un presupposto errato: quello di ritenere il corso intensivo un equipollente del corso ordinario. I gestori dei vari corsi speculano abbastanza sui timori e le speranze dei candidati, specie di quelli più giovani o con minore esperienza chiedendo cifre esorbitanti per corsi della durata di poche settimane o mesi. Il corso intensivo, per quanto possa essere di qualità, non può sostituire un corso ordinario. Esso reca benefici a coloro che partono già con una buona preparazione, non certo a chi comincia da zero. Il nostro corso intensivo non sfugge a questa regola generale. Ma soprattutto è offerto a costi sostenibili.

Le potenzialità del nostro corso intensivo!

Fino al 23 gennaio è possibile iscriversi al corso al costo scontato di 500,00 euro (invece di 650,00 euro). Il costo è compreso di Iva. Il Corso si basa sulla fortunata formula della scorsa edizione. Ci saranno 24 lezioni (cioè 8 lezioni di diritto civile, 8 lezioni di diritto penale e 8 lezioni di diritto amministrativo). Ogni lezione conterrà al suo interno: 1 dispensa, 1 traccia e le sentenze di riferimento. La dispensa opera in sostituzione dei manuali. In tutto le tracce saranno 24 ricalcheranno le tematiche di maggiore impatto concorsuale. La direzione è affidata all'Avv. Luigi Carfora. Invece, spesso si leggono di corsi offerti a costi folli, a volte vicini o superiori alle duemila euro, senza contare l'aleatorietà delle iniziative che, a fronte di investimenti elevati, promettono chissà quali risultati giocando sul nome del famoso docente.

Il rivoluzionario sistema di correzione del corso!

Il nostro corso intensivo, che partirà tra pochissimi giorni, è improntato ad una logica diversa. In primis, esso è indirizzato sia a chi vanta una buona preparazione di partenza, sia a chi, pur senza disporre di questo requisito vuole sfruttare i 5-6 mesi che separano dalle prove scritte approfondendo alcune tematiche ad alto rischio concorsuale. La correzione è personalizzata. Viene effettuata entro 4-5 lavorativi e si basa su una serie di suggerimenti e consigli sugli aspetti viziati dell'elaborato. In caso di esito negativo, l'iscritto può rifare il tema fruendo dei nostri consigli e suggerimenti. Questo sistema, anche se il nostro corso è online, ci permette di valutare i progressi compiuti dagli aspiranti durante il cammino e in caso di problemi è possibile avviare un percorso personalizzato onde superare i problemi di preparazione emersi.

Il costo sostenibile del nostro corso intensivo!

Come dicevamo sopra, il costo contenuto è un'altra delle caratteristiche del nostro corso intensivo. L'obiettivo è fornire al maggior numero possibile di utenti la possibilità di accedere alla preparazione necessaria per il concorso in magistratura. All'uopo, il corso viene offerto ad un costo sostenibile, che è di 650,00 € ma per chi presenta domanda di iscrizione entro il 23 gennaio il costo sarà di 500,00 €. I costi sono Iva inclusa e suscettibili di rateizzazioni.

Il comodo sistema di invio del materiale didattico!

Per seguire il nostro corso intensivo non sarà necessario collegarsi al sito o usare password. Per rendere fruibile ed accessibile l'iniziativa, il materiale del corso viene inviato, in forma di file PDF, sulla casella di posta elettronica degli iscritti. Sempre tramite e-mail verranno tenuti i contatti. L'indirizzo è ilcorsistaonline@libero.it

Richiedi una lezione omaggio con il seguente modulo:

Io sottoscritto................... nato il...... a............. residente in............................. via............................ n....... cell.:..................... con il presente atto chiedo una lezione omaggio del nuovo corso intensivo (oppure del corso solo temi) 2017 senza impegno di acquisto o iscrizione.

Compilate il modulo in ogni parte e inviatelo a ilcorsistaonline@libero.it

Info di contatto: 3318136066. (tutti i giorni, tranne festivi, ore. 10.30-18.30).

lunedì 16 gennaio 2017

Ecco i nuovi Corsi Intensivo e Solo Temi 2017

Il periodo festivo appena concluso ci riporta alla attualità e le scadenze del 2017 non sono meno pressanti di quelle dell'anno passato. Per l'esame di Avvocato gli aspiranti dovranno fare i conti con le nuove regole, in base alle quali non sarà più possibile l'uso dei codici commentati agli scritti. La novità, introdotta con la riforma forense del 2012, determinerà cambiamenti nelle abitudini di preparazione di cui abbiamo tenuto conto per il nuovo CORSO ORDINARIO DI AVVOCATO, che partirà a febbraio.

Per il concorso in magistratura le novità, come di consueto, riguarderanno il nuovo CORSO SOLO TEMI, che partirà a fine gennaio e il nuovo CORSO INTENSIVO, che partirà invece a febbraio. Chi ci segue sulla nostra pagina Facebook avrà avuto modo di prendere atto dei costi con relativi sconti:

- Corso Intensivo di Magistratura 2017 = 500,00 € (invece di 650,00 €).
- Corso Solo Temi di Magistratura 2017 = 300,00 € (invece di 450,00 €).

Possibili pagamenti rateali

Gli sconti saranno attivi fino al 21 gennaio 2017.

Il Corso Solo Temi si basa sua una formula dinamica che prevede 25 lezioni assegnate con cadenza settimanale. Ogni lezione si compone di 4 tracce da svolgere a titolo di esercitazione e il testo delle sentenze di riferimento. In tutto le tracce da svolgere saranno 125 e si concentreranno sugli argomenti di maggiore impatto concorsuale. La direzione del corso sarà affidata all'Avv. Luigi Carfora, che si occupa già del Corso Ordinario di magistratura 2016-17.

Il Corso Intensivo di Magistratura ricalcherà la fortunata formula della scorsa edizione. Ci saranno 24 lezioni (vale a dire 8 lezioni di diritto civile, 8 lezioni di diritto penale e 8 lezioni di diritto amministrativo). Ogni lezione conterrà: 1 dispensa, 1 traccia e il testo delle sentenze di riferimento. La dispensa opera in sostituzione dei manuali. In tutto le tracce saranno 24 e come per gli altri nostri corsi, ricalcheranno le tematiche di maggiore impatto concorsuale. La direzione del corso è affidata all'Avv. Luigi Carfora.

Richiedete una lezione omaggio con il seguente modulo:

Io sottoscritto................... nato il...... a............. residente in............................. via............................ n....... cell.:..................... con il presente atto chiedo una lezione omaggio del nuovo corso intensivo (oppure del corso solo temi) 2017 senza impegno di acquisto o iscrizione.

Compilate il modulo in ogni parte e inviatelo a ilcorsistaonline@libero.it

Info: 3318136066.

giovedì 15 dicembre 2016

Esame di Avvocato 2016: gli atti giudiziari!

Oggi si sono chiuse le prove scritte dell'esame di Avvocato 2016, l'ultimo con le vecchie regole con la redazione degli atti giudiziari. Dal prossimo anno si cambia completamente. Nuove regole e divieto di uso dei codici commentati.

Traccia atto giudiziario civile

Con accordo di separazione coniugale omologato nel marzo 2016, Caio, sul presupposto che il reddito familiare prima della separazione ammontasse ad euro 5.000,00 mensili e che quello suo personale ad euro 3.200,00 mensili, si è impegnato a corrispondere a Sempronia un assegno mensile di euro 1.600,00 per il mantenimento del figlio della coppia Caietto, nonché a trasferire a quest’ultimo, senza ricevere alcun corrispettivo, la piena ed intera proprietà dell’unico immobile di cui è proprietario. L’accordo tra i coniugi prevede, inoltre, che Caietto continui a vivere insieme alla madre presso altro appartamento di proprietà di quest’ultima che fino alla data della separazione aveva costituito l’abitazione coniugale. Tizio, che vanta nei confronti di Caio un ingente credito in forza di rapporti commerciali intercorsi con il predetto nell’anno 2015, venuto a conoscenza di tale trasferimento di proprietà avvenuto nel settembre del 2016 e, ritenendo che lo stesso possa pregiudicarlo, si reca dal proprio legale di fiducia per conoscere se sono concretamente esperibili delle azioni a tutela del proprio credito. Il candidato, assunte le vesti del legale di Tizio, rediga l’atto giudiziario ritenuto più utile alla difesa degli interessi del proprio assistito.

Riferimenti giurisprudenziali:
- Cass. Civ., III sez., sentenza 22 gennaio 2015, n. 1144.

Traccia atto giudiziario penale

Tizio e Caio si accordano per commettere una rapina ai danni del gioielliere Sempronio del quale hanno studiato le abitudini. Nel giorno prefissato, dopo aver atteso a volto coperto che quest’ultimo, chiuso il negozio, salga sulla propria autovettura, entrano in azione: mentre Tizio fa da palo all’angolo della strada, a circa duecento metri di distanza, Caio entra nell’auto di Sempronio e, dopo averlo colpito al viso con diversi pugni, si impossessa della sua valigetta per poi darsi alla fuga seguito da Tizio. Le indagini successive consentono di individuare in Tizio e Caio gli autori del fatto.
Sottoposti a processo vengono entrambi condannati alla pena di anni 7 e mesi 6 di reclusione ed euro 2000,00 di multa per il reato di rapina aggravata in quanto commesso da più persone riunite e con il volto travisato, ritenuta la sussistenza della recidiva reiterata specifica ed infraquinquennale contestata dal pubblico ministero in considerazione dei precedenti a carico di entrambi risultanti dal certificato penale.Nel determinare il trattamento sanzionatorio il Tribunale ha fissato la pena base in anni 4 e mesi 6 di reclusione ed euro 1200 di multa di cui all’art. 628, comma 3, n. 1, c.p. e su questo ha applicato l’aumento per la recidiva. Tizio si reca immediatamente dal proprio legale e lo incarica di assumere immediatamente la propria difesa. In tale veste il candidato rediga l’atto ritenuto più opportuno evidenziando le problematiche sottese alla fattispecie in esame e soffermandosi anche, in particolare, sulla natura giuridica della recidiva di cui all’art. 99, comma 4, c.p. e sulle conseguenze in punto di pena.


Riferimenti giurisprudenziali:
- Cass. Pen., sez. Unite, sentenza 21 luglio 2016, n. 31669.

Traccia atto giudiziario amministrativo

In data 23 aprile 2016, Tizio aliena a Caio un immobile di interesse storico artistico (ritualmente dichiarato) di sua proprietà al fine di ottemperare all'obbligo di legge, lo stesso trasmette alla competente soprintendenza, con lettera raccomandata ricevuta in data 02 maggio 2016 copia autentica del contratto di compravendita. Il Ministero per i beni e le attività culturali, senza comunicare l'avvio di procedimento agli interessati, esercita il diritto di prelazione sull'immobile con provvedimenti del 25 ottobre 2016, nel quale dopo aver affermato la sussistenza dei presupposti di legge per l'applicazione del termine di legge di 180 giorni (non avendo Tizio effettuato la prescritta denuncia di alienazione), si limita a fare generico riferimento all'interesse storico artistico dell'immobile stesso. Tale provvedimento viene consegnato all'ufficio notificatorio il 26 ottobre 2016 e notificato alle parti del contratto in data 4 novembre 2016. Caio, preoccupato di perdere la proprietà del predetto immobile, si reca dunque da un legale al quale, dopo aver esposto i fatti sopra detti, rappresenta che Tizio, nel trasmettere alla Soprintendenza copia del contratto di compravendita, aveva comunque indicato il domicilio in Italia di ciascuna delle parti contraenti. Il candidato, assunte le vesti del legale di Caio, rediga l'atto ritenuto più idoneo alla tutela delle ragioni del proprio assistito, illustrando le problematiche sottese alla fattispecie in esame.

Riferimenti giurisprudenziali:
- Cons. di Stato, sez. VI, sentenza 15 giugno 2015, n. 2913.

Vi ricordiamo che il 20 gennaio avrà inizio il nostro nuovo ordinario di Avvocato 2017 aggiornato alle nuove regole dell'esame di Stato. Info: 3318136066 o scrivete a ilcorsistaonline@libero.it

mercoledì 14 dicembre 2016

Esame di Avvocato 2016: il parere di penale!

Il 14 dicembre si sono tenuti gli scritti relativi alla seconda giornata dell'esame di Avvocato. Gli aspiranti legali sono stati sottoposti alla prova di redazione del parere in materia di diritto penale.

Ecco il testo delle tracce con le soluzioni giurisprudenziali.

Prima traccia in materia penale

Tizio, avendo intenzione di intraprendere l’esercizio di una attività di somministrazione di alimenti e bevande, chiede l’iscrizione nell'apposito registro pubblico utilizzando il modulo di domanda predisposto dalla locale Camera di Commercio. In epoca successiva all'ottenimento dell’iscrizione ed all'inizio dell’attività, Tizio viene però rinviato a giudizio per il reato di cui agli artt. 48 e 479 c.p., per aver dichiarato falsamente, nella parte della domanda relativa al possesso dei requisiti morali e professionali, di non aver mai riportato condanne per reati in materia di stupefacenti. Tizio si reca dunque da un legale per un consulto e dopo aver rappresentato quanto sopra. Precisa di non aver compreso al momento della redazione della dichiarazione sostitutiva di certificazione in questione che i requisiti morali e professionali richiesti consistessero nel non aver riportato condanne per reati in materia di stupefacenti, in quanto il modulo conteneva esclusivamente il richiamo ad alcuni articoli di legge speciali, senza riportarne il testo né fornire alcuna spiegazione al riguardo. Assunte le vesti del legale di Tizio, rediga il candidato un motivato parere, illustrando le questioni sottese alle fattispecie in esame e le linee di difesa del proprio assistito.

Riferimenti giurisprudenziali:
- Cass. Pen., sez. V, sentenza 23 maggio 2015, n. 12710.

Seconda traccia in materia penale

Tizio rappresentante della società Alfa avendo saputo che sarebbe stata da lì a poco bandita una gara d'appalto del servizio di somministrazione dei pasti nell ospedale pubblico Beta, contatta con il suo amico di vecchia data, Mevio, preposto alla predisposizione del bando di gara, che acconsente a consegnargli interamente i documenti pre-gara. Grazie alle informazioni avute la società Alfa si aggiudica l'appalto. Successivamente pero' la Guardia di finanza sequestra presso l'abitazione di meglio alcuni appunti manoscritti concernenti la fase preparatoria della gara con i quali Tizio aveva dato indicazioni per modificare le condizioni del bando in senso favorevole alla propria società Alfa (indicazioni poi rivelatesi recepite nella versione definitiva del detto bando di gara). Il candidato assunte le vesti di Tizio individui le fattispecie di reato configurabili a carico di entrambi i soggetti e gli istituti giuridici applicabili.

Riferimenti giurisprudenziali:
- Cass. Pen., sez. VI, sentenza 25 giugno 2015, n. 26840.

Vi ricordiamo che il 20 gennaio avrà inizio il nostro nuovo ordinario di Avvocato 2017 aggiornato alle nuove regole dell'esame di Stato. Info: 3318136066 o scrivete a ilcorsistaonline@libero.it

martedì 13 dicembre 2016

Esame di Avvocato 2016: oggi iniziano le prove con il parere motivato in materia di diritto civile

Con la redazione del parere motivato in materia di diritto civile, inizia oggi l'esame scritto di Avvocato. C'è molta tensione nell'aria tra gli aspiranti professionisti del diritto. Per molti potrebbe essere l'ultima speranza effettiva di superare la prova, visto che dal prossimo anno non sarà più possibile usare i codici commentati. E questa prospettiva ha indotto tanti a puntare tutto su questa edizione, ultima con le vecchie regole. Dal prossimo anno si cambia registro.

Ecco il testo della prima traccia di parere motivato di diritto civile:

Nel corso della seconda lezione di equitazione all’interno del maneggio della società ALFA il piccolo Tizio, figlio dei signori Beta, viene disarcionato dal cavallo e cade rovinosamente a terra.
Condotto al pronto soccorso e sottoposto al controllo radiografico, al piccolo viene diagnostica una forte contusione al posto destro e applicato un tutore mobile per la durata di 20 giorni poichè, tuttavia, anche decorso tale periodo il bambino continua a lamentare una evidente sintomatologia dolorosa e non riesce a muovere la mano, i signori Beta lo fanno visitare da uno specialista che dopo aver effettuato una radiografia in una diversa proiezione ravvede dell’esistenza di una frattura (non evidenziata al momento della visita al pronto soccorso) che, a causa del tempo ormai trascorso non può più consolidarsi se non attraverso un intervento chirurgico da effettuare quanto prima.
Malgrado l’intervento chirurgico venga eseguito a regola d’arte, con conseguente immobilizzazione dell’arto per i successivi 45 giorni anche dopo le sedute di riabilitazione (protattesi per i successivi 60 giorni) il piccolo riporta un’invalidità del 6%. I signori Beta si recano quindi da un legale e dopo aver esporto i fatti sopra detti aggiungono: che il cavallo montato dal piccolo Tizio aveva già mostrato, fino dall’inizio della lezione, evidenti segni di nervosismo, tanto che l’istruttore era già intervenuto due volte per calmarlo; che, al momento dell’iscrizione del proprio figlio al corso, la società ALFA aveva fatto loro sottoscrivere una dichiarazione di esonero da ogni responsabilità per i danni derivanti dalla pratica sportiva; che, ove fortemente diagnosticata, la frattura avrebbe potuto consolidarsi senza la necessità di ricorrere all’intervento chirurgico; che, per l’intervento chirurgico e per la successiva riabilitazione (effettuati entrambi in strutture private a causa dell’urgenza) aveva dovuto sostenere la complessiva spesa di euro 10.000. Il candidato avente le vesti dei difensori dei signori Beta, rediga un motivato parere illustrando le questioni sottese al caso in esame e prospettando le azioni più idonee a tutelare le ragioni dei suoi assistiti
.

Sentenze di riferimento:
- Cass. Civ., III sez., n. 7093 del 09-04-2015
- Cass. Civ., III sez., n. 24211 del 27-11-2015

Ecco il testo della seconda traccia di parere motivato di diritto civile.

Caio è un giovane molto ben voluto nel piccolo paese in cui vive nel dicembre del 2005 riceve in donazione dall’amico Sempronio un piccolo appezzamento di terreno, successivamente nel maggio del 2008 acquista un piccolo appartamento con denaro dell’amico Mevio. Nel febbraio del 2016 Caio riceve la visita di Tizio, figlio e unico erede di Mevio, deceduto nel 2010, che gli rappresenta la propria intenzione di rivendicare la proprietà del predetto terreno lasciatogli in eredità da Mevio, nonché di ottenere la restituzione della somma di euro  50.000 pari al prezzo dell’appartamento acquistato con denaro dello stesso Mevio a sostegno della prima pretesa Tizio sostiene che Caio non possa vantare alcun titolo sul terreno non potendo considerarsi tale la donazione di cui il predetto aveva beneficiato nel dicembre 2005 dal momento che il disponente Sempronio non era titolare di alcun diritto sul bene donato. Quanto alla seconda pretesa lo stesso rappresenta che l’acquisto del predetto appartamento con denaro di Mevio avesse realizzato una donazione di denaro di non modico valore che doveva considerarsi nulla per aver rivestito la forma prescritta dalla legge. Caio che vive dalla data della prima donazione ( peraltro immediatamente trascritta ) aveva goduto direttamente del terreno adibendolo a orto, preoccupato per quanto rappresentatogli da Tizio, si rivolge ad un legale, al quale dopo aver riferito i fatti per come sopra descritti, ribadisce di non aver mai saputo che il terreno donatogli da Sempronio fosse, in realtà di proprietà di Mevio.Il candidato assunte le vesti del legale di Caio , rediga un motivato parere illustrando le questioni sottese al caso in esame e prospettando la linea difensiva più idonea a tutelare le regioni del proprio assistito.

Sentenza di riferimento:
- Cass. Civ., sez. unite, n. 5068 del 15-03-2016.
- Cass. Civ., sez. I, n. 21494 del 10-10-2014.

Cogliamo l'occasione per ricordare che ai primi di febbraio 2017 inizierà il nostro CORSO ORDINARIO DI AVVOCATO improntato al rispetto delle nuove regole d'esame. Il motto sarà: inizia a studiare oggi per diventare Avvocato domani.

Info sul nuovo corso: 3318136066 o scrivete a ilcorsistaonline@libero.it